Cercherò lontana terra, Con-Vivere 2016

Nel passaggio al verismo la lirica ha proposto storie, personaggi e conflitti che seguissero il mutare del mondo, nella ricerca di nuove possibilità vocali per portare in scena drammi che rompessero con ciò che il pubblico ormai conosceva. E’ su questo percorso che si snoda il concerto Cercherò lontana terra Dal bel canto al verismo.A cura di Circolo Carrarese Amici della Lirica “A. Mercuriali” hanno orgnaizzato all’interno del Festival con-vivere organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara.

Star del concerto, in programma domani sera, venerdi 9 Settembre alle ore 21,00 al Duomo di Sant’Andrea, il celebre soprano rumeno-svizzero Elena Mosuc. Una carriera importante che l’ha vista fin dall’inizio ospite regolare alla Opernhaus di Zurigo, in vari titoli. Punti salienti delle ultime stagioni comprendono, tra gli altri,  il suo acclamato debutto come Mimì a Zurigo e Bucarest, Luisa Miller,Norma e Maria Stuarda a Zurigo e alla Staatsoper di Berlino Si è esibita con successo sensazionale in La Traviata, Rigoletto, Luisa Miller, Carmen  e Lucia di Lammermoor  al Teatro alla Scala, La Traviata  all’Arena di Verona,  Gilda e Violetta alla Staatsoper di Vienna, come Zerbinetta (Ariadne auf Naxos) a Zurigo, al Festival di Salisburgo e di Bastille (Parigi).

Al suo fianco il basso greco-tedesco Panajotis Ikonomou specialista del repertorio belcantista e barocco, tra cui annoveriamo il ruolo di Don Giovanni portato con successo in tutto il mondo. Con la maturità ha inziato ad allargare il repertorio abbracciano nuovi ruoli verdiani.

Il tenore Giulio Pelligra  ha affrontato fin dal suo debutto dieci anni fa ruoli del belcanto italiano in diversi altri titoli. A far gli onori di casa il baritono Sergio Bologna beniamino del pubblico carrarese. Voce verdiana con un repertorio vastissimo di quasi cinquanta ruoli protagonistici che, partendo da Figaro ne Il barbiere di Siviglia, abbracciano il belcanto di Donizetti e Bellini fino ad arrivare a tutti i maggiori titoli di Puccini e del Verismo.

Solo di quest’ultima stagione ricordiamo i successi in numerose recite di Aida con la regia di Zeffirelli e l’autentico trionfo personale al Teatro Carlo Felice di Genova con Andrea Chenier.

Ad accompagnare questi artisti, il M° Pietro Mariani protagonista di molti applauditi concerti in città. Svolge regolarmente concerti con celebri artisti del calibro a cui affianca un’intensa attività didattica al Conservatorio di Firenz


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *